Assemblea di circolo

Aprile 21st, 2009 by roberto

volantino_malo.jpg

Le nostre proposte al PAT

Marzo 6th, 2009 by roberto

Carissimi,

stamattina, sottoscritto  a nome del Circolo e del Gruppo Consiliare, abbiamo presentato il documento che vi alleghiamo.

Non vi nascondiamo  la grande soddisfazione che dovremmo esprimere noi tutti per essere riusciti, con il contributo determinante di iscritti e simpatizzanti e la grande tenacia e forza di volontà di Alberto, ad articolare e condividere una proposta così ricca di osservazioni, stimoli  e motivazioni per quello che, come PD, riterremmo un buon programma di politica territoriale, comunale e di area.

Abbiamo elaborato le osservazioni su un documento “preliminare”  che l’amministrazione ha volutamente tenuto ad un tale livello di fumosità che al suo interno c’è tutto e il contrario di tutto: sembra sia stato espressamente scritto per “rinviare ogni scelta ai documenti attuativi” per cui non è possibile capire molto, al di là di generiche affermazioni dello stesso Sindaco, quali saranno le politiche che caratterizzeranno la programmazione territoriale di Malo dei prossimi 10 anni.

Siccome l’irritualità dei percorsi dell’amministrazione sembra ormai assodata – ad esempio per il PAT si è arrivati alla presentazione del preliminare dopo aver raccolto, in modo davvero discutibile, istanze e proposte di interventi direttamente dai singoli cittadini e solo dopo una forte azione del Gruppo Consigliare ha deciso di tenere un’assemblea pubblica sul tema – ci ha sorretto la convinzione che, secondo il detto “carta canta e villan dorme”,  era fondamentale non perdere l’occasione offerta della fase di consultazione per presentare, nella veste di portatori di interessi generali, tutte le istanze ritenute legittime e opportune.

Nella stesura il gruppo di lavoro, oltre a proposte e richiami, ha voluto chiarire con determinazione quali sono le posizioni del Partito Democratico di Malo per quanto riguarda tutte le dimensioni che sono toccate dal PAT, ponendo dei punti fermi a nostro parere inderogabili su alcune tematiche (vedi per un semplice esempio delle cose inderogabili le proposte di vincoli stretti rispetto ad espansioni di edilizia produttiva e commerciale attorno all’area del casello della Pedemontana).

Rimane comunque aperta la grave responsabilità dell’amministrazione Antoniazzi di non aver voluto, anche promuovendo una relazione con i Comuni viciniori, realizzare un PATI con almeno qualcuno di essi. Questo porterà senz’altro a forme di competizione e/o a frizioni (ad esempio per la pretesa di attivare una circonvallazione nord che dovrebbe coinvolgere e di molto il territorio del Comune di Monte di Malo e che noi chiediamo di cassare), con possibile grave pregiudizio di porzioni del territorio.

Auspichiamo che tutti voi possiate trarre dal documento  le informazioni necessarie per  assumere un atteggiamento vigile e di presidio delle immense qualità del nostro paese, che speriamo vivamente siano valorizzate e potenziate da politiche accorte e lungimiranti e non invece depauperate e degradate irrimediabilmente.
Quello che abbia compiuto è solo il primo di una serie di passaggi che ci impone di essere vigili nel presidiare tutte le attività a venire in questa come in altre tematiche che coinvolgono l’uso del territorio e l’offerta di servizi ai cittadini.
Auspichiamo che il lavoro presentato possa stimolare tutti ad una ulteriore partecipazione e contributo alla vita del Partito Democratico di Malo.
Un cordiale saluto - Corrado ed Eva.

MALO SETO CHE

Gennaio 27th, 2009 by malo

ciscato.JPG

Oggi abbiamo inserito in bacheca la terza vignetta della serie “Malo seto che”. La vignetta riguarda la questione tutt’ora aperta delle infiltrazioni d’acqua dal tetto della Scuola Media, questo nonostante che da mesi sia aperto un cantiere, siano stati fatti lavori importanti che però non hanno assolutamente risolto il problema.

In contrasto con tutto questo, l’Assessore Addondi in questi giorni sulla stampa, dichiara in modo esplicito che i lavori non sono arenati e volutamente non affronta la questione riguardo alla soluzione del problema.

La vignetta in generale è uno dei modi di comunicare al paese il punto di vista del PD; può essere realizzata con una certa rapidità e con un impiego di energie e risorse economiche accettabili. Le reazioni legate alle osservazioni sul “Gran San Bernardo” e sulla “Piscina”, argomenti affrontati in modo sinergico con i rilievi del Gruppo Consiliare PD nella sede istituzionale del Consiglio Comunale, sembra confermare che dia molto fastidio l’evidenza di problemi che l’Amministrazione di Malo non sa affrontare con lo stile che come PD vorremmo.

Naturalmente la vignetta, per le sue stesse caratteristiche, è un modo immediato di porre in evidenza un argomento “caldo” e non ha la pretesa di approfondimento, cosa che viene invece rinviata ad altre sedi e strumenti.

Perché sia efficace è necessario che abbia una uscita regolare e piuttosto ravvicinata (ci si propone  una scadenza ogni 15 giorni). Finora il coordinamento di circolo ha individuato gli argomenti; a partire dalla prossima è auspicabile che tutti voi vi facciate promotori segnalando problemi e inviando foto con brevi commenti che rilevate e che possono riguardare sia il centro che la periferia.

Confidiamo nella ampia e stimolante proposta da parte di tutti nel segnalare argomenti e nell’inviare foto “compromettenti” al Coordinamento di Circolo che si farà carico della realizzazione e della pubblicazione

Parimenti confidiamo che ciascuno degli iscritti e/o simpatizzanti si faccia promotore della diffusione ad amici e conoscenti delle pubblicazioni al fine di generare sensibilità e attenzione ai problemi e, soprattutto, si avvii una forte e allargata reazione al modo con il quale il Sindaco Antoniazzi amministra la nostra Malo.

Coordinamento del Circolo PD di Malo

IL PROF. TESTA (PD) A MALO PER PARLARE DELLA FINANZIARIA

Gennaio 23rd, 2009 by malo

20090130_Incontro_TestaL’onorevole Federico Testa, deputato del PD, e professore di Economia all’Università di Verona, sarà a Malo per parlare degli spinosi temi e dei provvedimenti contenuti nella manovra finanziaria.

L’incontro si terrà
venerdì 30 gennaio 2009
presso la Sede del Partito Democratico in Via Barbe 44
alle ore 20:30.
(scarica la locandina cliccando qui)

L’incontro sarà il primo di una serie di occasioni di informazione e formazioni organizzati dal circolo di Malo, come spiega il coordinatore Corrado Pertile nella lettera rivolta a tutta la cittadinanza che qui pubblichiamo.

Cari Democratici,nei prossimo mesi, come Circolo di Malo del Partito Democratico, organizzeremo cinque o sei serate a tema che, fino a giugno,dovrebbero preparare il terreno per la messa a punto di un programma per le amministrative che si terranno nella primavera del 2010.

La prima serata, da intendersi come “cornice” generale di quanto si sta manifestando come “restrizioni e condizionamenti” dell’intero sistema della sicurezza sociale e del welfare del nostro paese in generale e con forti riflessi anche sulle economie locali, è incentrata sull’articolato e alquanto complesso argomento delle LEGGE FINANZIARIA e delle correlate scelte del governo su ICI, Alitalia, ecc., sulla politica dei “tagli” ai servizi per fare “cassa”, sulla recessione e gli interventi attivati, e, in particolare, sugli indirizzi che guidano queste scelte.

Nella serata cercheremo con il Prof. Federico Testa, autorevole e competente deputato PD nonché professore di economia dell’Università di Verona, di capire quali criteri hanno condotto il processo di scelte politiche del governo, su chi, come e quanto peserà l’impostazione data, cosa avremmo proposto e proponiamo invece noi del PD…. soprattutto quali prospettive, anche a breve, si pongono per le famiglie italiane, per i lavoratori, per le piccole e medie imprese.

Vedremo perché le promesse elettorali si sono trasformate in sono bugie, questo indipendentemente dalla crisi economico finanziaria.

Vi aspettiamo numerosi,

Corrado Pertile

Coordinatore del Circolo di Malo

VELTRONI: ABBIAMO IL DOVERE DI NON DELUDERE

Dicembre 30th, 2008 by malo

veltroni1.jpg

«Oggi la sfida è quella di riprendere un percorso innovativo, da decenni interrotto. E non abbiamo molto tempo. Dando vita al Partito Democratico, abbiamo alimentato grandi aspettative, abbiamo suscitato una speranza nuova. Ora, abbiamo il dovere di non deludere […]».

«Un partito forte è un organismo vivo, profondamente radicato nel territorio, capace di rappresentarne gli interessi e di viverne i valori. Un partito che sta dove vive la gente: negli ambienti di vita, di studio, di lavoro, come nel mondo virtuale della rete, oggi diventato abitazione principale delle giovani generazioni […]».

Clicca qui e leggi per intero il discorso di Veltroni alla Direzione Nazionale del 19 dicembre 2008

PD DI MALO SU GOOGLE MAPS.

Dicembre 27th, 2008 by malo

pd_google.jpg

Il Partito Democratico Circolo di Malo ha un nuovo punto d’incontro sulla rete in Google Maps. La piattaforma di Google indicherà a quanti cercheranno notizie sulle vie di Malo, la sede del Partito Democratico, offrendo alcune informazioni utili. Siete tutti invitati a scrivere la prima recensione.

Visualizzazione ingrandita della mappa

AUGURI

Dicembre 25th, 2008 by malo

image001.jpg

image002.jpg

TANTISSIMI AUGURI

PER UN FELICE NATALE

E UN SERENO 2009

Eva Biotto

Capogruppo consiliare PD — Malo

BILANCIO DI RISTRETTEZZE. UN BEL REGALO.

Dicembre 19th, 2008 by malo

San BermardinoCarissimi,

il prossimo Consiglio Comunale è convocato lunedì 29 dicembre alle ore 19.00. Vista la concomitanza con le Festività Natalizie, non è possibile questa volta organizzare il preconsiglio. Vi inoltro comunque l’ordine del giorno, il cui punto principale è il Bilancio 2009 e la Relazione Programmatica per il triennio 2009-2011.

In merito a questo, vi do alcune prime informazioni. Sappiamo che il 2009 si presenta come un anno praticamente “bloccato”: Malo è soggetto al patto di stabilità, sono calati i trasferimenti dallo Stato, i servizi vengono previsti come ad inizio 2008 (pur avendo visto che poi di fatto i costi sono cresciuti nell’anno) e già l’assessore al bilancio ha preannunciato in commissione che per il 2010 e il 2011 sono previsti servizi in calo (non i servizi base come luce e riscaldamento, ma certamente quelli aggiuntivi come per esempio i contributi di vario tipo). Dal lato investimenti sono stanziati solo 400.000 euro, di cui 300.000 per asfaltatura strade e 100.000 per il primo stralcio del Piano Urbano del Traffico (inversione di alcuni sensi unici in centro, rotatoria davanti alle scuole medie e vedremo cos’altro – nemmeno il Responsabile Ufficio Tecnico l’altro giorno mi ha saputo indicare gli interventi previsti …). In pratica l’unico progetto in corso attualmente è la scuola materna in costruzione, che prevedono di inaugurare prima delle prossime elezioni amministrative; sperano di finanziare dal 2010 il centro polifunzionale a Molina.

Accanto a queste considerazioni generali, abbiamo già rilevato altri spunti di intervento per il Consiglio; provvederò ad inviarvi i principali contenuti degli interventi del gruppo consiliare … l’anno prossimo!

L’ordine del giorno completo del Consiglio Comunale prevede:

1. Assegnazione contributi comunali destinati a chiese e altri edifici religiosi previsti dal fondo per le opere di urbanizzazione

2. Verifica per anno 2009 della quantità e qualità delle aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie

4. Approvazione piano alienazioni e valorizzazioni immobiliari

5. Approvazione Bilancio di Previsione 2009, della relazione previsionale e programmatica, del Bilancio pluriennale 2009-2011 e relativi allegati del Comune di Malo e dell’Istituzione “Villa Clementi”

6. Approvazione regolamento “Consiglio Comunale dei ragazzi”

Spero di vedervi numerosi in Consiglio.

Colgo l’occasione comunque per porgere a tutti voi e alle vostre famiglie i miei migliori Auguri di Buon Natale e di felice 2009!!!

Eva Biotto

Gruppo Consiliare Partito Democratico Malo

Il Circolo di Malo alla manifestazione del 25 ottobre a Roma !!!

Novembre 16th, 2008 by malo

Il Circolo di Malo partecipa alla manifestazione “SALVIAMO L’ITALIA” 25 ottobre 08 a Roma …
per vedere il video segui il link

Discorso di Veltroni ripreso da Circolo di Malo …
per vedere il video segui il link

20% DELL’IRPEF. L’IMPORTANZA DEI SEGNALI.

Novembre 15th, 2008 by malo

di Alessandro Zaffonato*

I mesi di ottobre e novembre negli ultimi anni stanno assumendo sempre più importanza nel calendario politico italiano.

Nel 2005 sono state organizzate per la prima volta le primarie che hanno eletto Prodi candidato premier per il centrosinistra, nel 2007 è nato il PD e nel 2008 altre importanti iniziative sono state organizzate.

Tutti questi eventi sono stati dei piccoli grandi segnali che hanno evidenziato il desiderio dei cittadini di poter esprimere le proprie idee e di prendere parte alle scelte che condizionano il nostro paese.

A cavallo tra il mese di ottobre e di novembre del 2008 abbiamo visto concretizzarsi la proposta del PD Veneto di far rimanere ai Comuni il 20% dell’IRPEF. Primo ambasciatore di questa proposta è stato l’On. Massimo Calearo Ciman, rappresentante a pieno titolo di tutti quegli imprenditori veneti che hanno fatto la fortuna del veneto stesso e dell’Italia intera.

La proposta, nata inizialmente da un vicesindaco trevigiano, si finalmente concretizzata il 23 ottobre scorso quando è stato presentato l’emendamento che l’On. Calearo ha poi portato in commissione bilancio.

Per chi, come me, crede nell’importanza delle piccole cose, quel giorno non potrà essere stato che un bel giorno. Contemporaneamente si organizzava la manifestazione “Salva L’Italia”, un successo, ma una vera opposizione deve saper avanzare proposte e la paura che anche noi decidessimo di percorrere la strada facile, quella che porta alla protesta e non alla proposta c’era.

Il segnale dato dall’On. Calearo assieme agli altri parlamentari veneti è stato veramente importante, finalmente è arrivata a Roma la voce veneta, di chi vuole uno Stato al servizio dei cittadini, che sia amico e vicino ai loro problemi. Finalmente a Roma abbiamo sentito parlare il “dialetto veneto”, lingua troppo spesso dimenticata da chi la utilizza nei comizi in piazza, nelle sagre e nei bar del nostro territorio. Con la proposta dei nostri parlamentari è stata data voce ai 400 Sindaci che lo scorso primo ottobre hanno marciato pacificamente a Roma per ottenere ciò che spetta loro, ovvero la possibilità di amministrare il proprio Comune.

Il 13 novembre il Governo ha accolto la raccomandazione riguardante questa proposta, ora però, dopo le parole, attendiamo i fatti, finalmente chi ha fatto del federalismo la propria bandiera dovrà dimostrare se lo vuole veramente.

—–
*Alessandro Zaffonato (studente in Ingegneria Elettronica - Laurea Specialistica - presso l’Università di Padova, fondatore di AGAS - Associazione Giovanile Arte e Spettacolo - iscritto alla Margherita dal 2005 e attivo ora per il PD)